flacius.org

Ovdje ste: Pagina Iniziale Riforma in Europa Occ. Inizio della Riforma Ulrico (Ulrich (Huldrich)) Zwingli
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
Ulrico (Ulrich (Huldrich)) Zwingli PDF Stampa E-mail
Riforma in Europa Occ. - Inizio della Riforma
(Wildhaus, 1o gennaio 1484 – Kappel, 11 ottobre 1531)
Ulrich Zwingli
Zwingli fu il capo della Riforma in Svizzera. Durante gli studi intrapresi a Vienna e a Basilea fu molto influenzato dall’umanesimo. Zwingli dal 1519 prestò servizio come  sacerdote nella chiesa di Grossműnster a Zurigo e cominciò allora a propagare dei cambiamenti nell’ambito della Chiesa cattolica. Criticò il grande digiuno, l’interdizione ai sacerdoti di sposarsi e l’esposizione di quadri nelle chiese. Nel 1523 la città di Zurigo accettò ufficialmente le riforme zwingliane e in tal modo divenne il centro della Riforma in Svizzera.
In seguito Zwingli ebbe degli aspri contrasti con gli anabattisti (setta di riformatori radicali) e inoltre espresse il proprio dissenso con l’interpretazione luterana dell’Eucaristia. Perì in combattimento a Kappel contro le forze armate dei cantoni cattolici, che non volevano accettare le sue riforme ecclesiastiche. L’influenza di Zwingli sulla teologia, sulla liturgia e sulla confessione lasciò un’impronta profonda e duratura su diversi gruppi protestanti.
Il suo erede a Zurigo fu Heinrich Bullinger, che mantenne corrispondenza con riformatori protestanti, tra i quali Primoz Trubar e Pietro Paolo Vergerio.